Water Museum of Venice Water Museum of Venice Global Network

Remada a Seconda

Per la salvaguardia e la riscoperta delle vie d’acqua navigabili patavine

Rievocazione di storie di vita dei tradizionali marinai d’acqua dolce e nuove preoccupazioni ambientali si condensano in questa manifestazione che, a cadenza annuale, ripercorre le storiche vie d’acqua navigabili patavine verso l’Adriatico. Sbandieratori, gruppi folkloristici e passanti animano lungo il percorso un evento ludico sempre più sentito e partecipato.

Manifestazione annuale che si ripete puntualmente dalla primavera del 1981, la Remada a Seconda riveste un ruolo di primaria importanza fra le iniziative volte a promuovere e valorizzare i corsi d’acqua e i canali storici del territorio patavino. Il nome dell’evento riprende un termine tipico della nautica tradizionale delle acque interne, quando i barcàri navigavano con i loro burchi verso il mare sfruttando la direzione della corrente, ovvero procedendo “a seconda” della corrente. L’iniziativa, organizzata dall’Associazione Remada a Seconda di Battaglia Terme, si svolge nell’arco di due giornate lungo le antiche strade liquide che da Padova conducono in Adriatico. Per regolamento la partecipazione è riservata esclusivamente alle imbarcazioni a remi, senza limiti di peso, misura e numero di vogatori.
La prima giornata della manifestazione ha luogo nel pomeriggio del sabato, con partenza dallo storico borgo fluviale del Bassanello, a sud ovest del centro storico di Padova, e arrivo a Battaglia Terme, dopo un tragitto della durata di circa due ore e mezza attraverso le acque dello storico Canale Battaglia (1201). Il giorno successivo la Remada a Seconda riprende di primo mattino imboccando il Canale Vigenzone e percorrendo il naviglio fino a Bovolenta, dove è prevista una sosta per il pranzo presso il “Porto alla Ponta”, alla confluenza con il fiume Bacchiglione. Nel pomeriggio il corteo di colorate e festose imbarcazioni prosegue quindi verso il mare Adriatico per raggiungere Pontelongo, la meta finale, dopo un’ora di navigazione. La discesa dei natanti lungo queste antiche vie commerciali di navigazione è seguita da numerosi ciclisti e podisti lungo le sponde dei fiumi ed è accompagnata, in determinati punti del percorso, dall’esibizione di gruppi folkloristici e sbandieratori. L’allegra manifestazione si conclude con la premiazione delle barche più originali. Nel corso degli anni la Remada a Seconda ha acquisito sempre più partecipanti e notorietà, grazie all’approccio ludico e informale di riscoperta della tradizione marinara delle acque interne e della preziosità dell’elemento liquido, anche nei suoi aspetti ecosistemici: un tentativo riuscito di rinsaldare il rapporto tra uomo e corso d’acqua, come luogo in cui si condensano eccellenze ambientali e storie di vita vissuta.

10:00

Come Arrivare

In treno: la partenza della prima giornata della manifestazione, presso il Bassanello, si trova a 4 chilometri dalla stazione ferroviaria di Padova, ed è raggiungibile percorrendo il centro storico cittadino, proseguendo a sud dopo aver superato il Prato della Valle. Battaglia Terme, partenza della seconda giornata della Remada, è dotata di una comoda stazione ferroviaria sulla linea Padova-Bologna.
In auto: per raggiungere il Bassanello uscita Padova Ovest autostrada A4, proseguire a sud lungo la tangenziale (Corso Australia), quindi prendere l'uscita 4 e procedere verso il centro di Padova; percorrere infine Via Volturno, Via Milazzo e Via Cernaia per pervenire alla riviera del Bacchiglione e al Bassanello. Provenendo da sud lungo la A13 imboccare il raccordo verso Padova Centro, uscire a Padova Sud e risalire Via Battaglia fino al Bassanello. Per giungere a Battaglia Terme uscita Terme Euganee autostrada A4 e proseguire in direzione del centro abitato.

informazioni aggiuntive

Dove mangiare:
presso l'antico porto fluviale di Padova si consiglia il Ristorante Pizzeria Bassanello, mentre a Battaglia Terme Il Ristorantino (Via Roma 75, Battaglia Terme; tel. 348 8581703) e l'Enoteca Fermati Un Momento (Viale dei Colli Euganei 43, Battaglia Terme; tel. 049 5911088). A Pontelongo, alla conclusione del percorso, il Ristorante Lazzaro 1915 e la Pizzeria Trattoria La Casa Bianca (Vicolo della Pace 51, Pontelongo; tel. 049 9776332).
Dove dormire:
al Bassanello si suggerisce il Bed&Breakfast Armistizio, a Battaglia Terme il Bed&Breakfast L'Angolo Perduto (Via Ortazzo 49, Battaglia Terme; tel. 049 9115946) e l'Agriturismo Azienda Agricola Villa Egizia. Infine, nelle vicinanze di Pontelongo, l'Hotel La Corte, presso il suggestivo complesso della Corte Benedettina di Correzzola, e l'Agriturismo Fondo San Benedetto, in località Villa del Bosco.
Informazioni sull'evento:
Associazione Remada a Seconda (tel. 329 2229702; miabetta@libero.it)

 

Nelle vicinanze

Castello del Catajo

Castello del Catajo

Palazzo signorile e baluardo militare a presidio dei commerci sul Canale Battaglia

Orto Botanico Università di Padova

Orto Botanico Università di Padova

“L’origine di tutti gli orti botanici del mondo” nella Lista del Patrimonio Mondiale

Corte Benedettina di Correzzola

Corte Benedettina di Correzzola

Sulle rive del Bacchiglione: il centro economico e produttivo della bonifica medievale

Abbazia di Praglia

Abbazia di Praglia

Complesso monastico benedettino sorto per la bonifica e la gestione idraulica del territorio